il metodo Pioli per ritrovar (con pace) De Ketelaere


MilanoNews.it

© foto di www.imagephotoagency.it

A parte questo, è stato perse, con modalità diverse, contro il Chelsea, il mese di ottobre del Milan è stato perfetto: tutte le vittorie, con l’ambizione di uscire a tre punti dall’Olimpico Grande Torino nella partita di Domenica, e Tanti uomini che, con modi diversi, hanno sorriso e hanno portato sorrisi al popolo milanista. Tutti, tranne uno che, ovviamente, è un po’ giù a livello morale.

il metodo pioli
Si tratta chiaramente di Charles De Ketelaere. La belga, a livello statistico, è malata solo assistendo al suo primo titolo contro il Bologna ad agosto e non essendo più riuscita ad essere incisor sia nel tabellino che, soprattutto, nel gioco del Milan; Anzi: L’immagine del gol clamorosamente sbagliato al termine della partita contro il Monza raccontata in una notte d’epoca, ma, può essere dimenticato col ‘Metodo Pioli’. Non per illustri precedenti, il tecnico rossonero ha dimostrato di saper fare con i giocatori dall’enorme talento e dalla disponibilità a migliorare: el primo – che in realtà sono due – riguarda Tonali e Leao, molto deludenti al primo anno in rossonero e diventati assolutamente devastanti , nei rispettivi ruoli e con le rispettive qualità, lo scorso campionato in poi, mentre il secondo è recentissimo, perché ha a che fare con il ritrovato da Brahim Diaz; Il 10 inglese, se c’è un momento difficile in cui non è praticamente nullo da ottobre 2021, si è passati alla testa ritrovando fiducia nei propri mezzi ed entusiasmo: ora gli riescono a giocare complicate e segna con facilità.

La disponibilità di De Ketelaere
È bello che, poiché il metodo Pioli è efficiente ed efficiente, dovrebbe essere la massima disponibilità di De Ketelaere nel lasciarsi alle spalle bene questo periodo: “Dobbiamo – ha dichiarato l’allenatore en conferenza stampa post Monza – rispettare i tempi di crescita e inserimento. Normale sia a little giù di morale, ma tutto ciò che ci aspettavamo; deve continuerà così como esta fando. Ha la qualità per incidere nella nostra fase offensiva, ma deve fare di più. . altissime, il gioco del Milano potenziamente perfetto per salaltalo; la calciatore deve, dunque, proiettarsi in avanti e non guardsi indietro.





Source link

Add Comment